Vanterrania, nato a Scicli (RG), il 14/10/1975, vissuto nel Catanese, diede inizio al proprio percorso artistico come chitarrista negli anni 80, collaborando con varie rock band della zona, cimentandosi in concerti nelle piazze e serate nei locali che fecero da trampolino di lancio verso la ricerca di nuove sonorità. Egli così iniziò un percorso di sperimentazione basato su l’uso di sequencer, synth e chitarre. La sua voglia di sperimentazione mescola e miscela diversi generi tra di loro complementari che riescono a dare in un certo senso, una gran carica di adrenalina e psichedelia non del tutto trascurabile. Il suo ultimo album “Electronix” è stato composto principalmente con l’intenzione di fondere “rock ed elettronica”, in un contesto musicale alternativo. Nel suo modo di approcciarsi con la musica, Vanterrania ha cercato di concepire “Electronix” con la massima naturalezza possibile, cercando di mettere in risalto soprattutto le proprie attitudini, sonorità e studi sperimentali. Inconfondibile è il suo stile che speriamo possa mostrare il suo effettivo valore a tutti i livelli possibili ed immaginabili. “Electronix” è l’album giusto per cominciare ad appassionarsi di sperimentazione, elettronica e potenza sonora derivante da una gran voglia di fare qualcosa di unico in un panorama musicale devastato da talent e musica di plastica. Un buon disco che avrà sicuramente bisogno di un seguito per imprimere con forza lo stile e la passione all’interno delle orecchie dei followers.