“Lotterò” (brano prodotto da Astratto che apre l’album “L’ombra della vita”) è il primo singolo estratto dal nuovo lavoro in studio di The Sniper.

 

Introspettivo e crudo, “Lotterò” pone lo sguardo all’interno delle ferite dell’autore, il quale si mette a nudo parlando di se stesso come un comune perdente che ha deciso di rafforzare le sue ossa dopo i vari colpi presi.

Il video nasconde un significato: nella prima strofa è il bianco a farla da padrone, con uno sfondo scuro che si erge alle spalle del protagonista, a simboleggiare l’oscurità che man mano si avvicina; nella seconda strofa il bianco gioca in bilico col nero, proprio a voler comunicare che l’oscurità ormai è quasi completamente presente; nella terza strofa il nero ha ormai pervaso tutto (o quasi): è la lenta discesa nelle tenebre, tale al punto da non riuscire più a distinguere i lineamenti del corpo dell’artista. Importante è anche l’attenzione rivolta agli occhi i quali, in concomitanza con alcune frasi chiave del pezzo, si illuminano di bianco, proprio a voler simboleggiare l’avvento della disfatta dell’uomo il quale lascia il posto, per l’appunto, al demone. La bandana, rigorosamente nera, è un altro elemento chiave che accompagnerà The Sniperanche per i prossimi lavori: il rapper la descrive come una maschera tesa a celare il volto di chi, per troppo tempo, è stato invisibile: in questo caso, il mascherarsi non vuole più essere un modo per nascondersi ma per mostrarsi, per mostrare l’oscurità che ormai regna dentro il personaggio e che ha deciso di diventare tutt’uno con essa.

 

«La storia andrà ad evolversi con i prossimi video ufficiali, che mostreranno la lenta discesa nelle tenebre da parte del personaggio, mostrando tutto il suo malessere e la sua perversione».