Profilo

GIOBBE

Italy

1 Like

Rating: 0.0/10

  • Informazioni

    Profile Info
    Categoria:Artista Nome:GIOBBE Nazionalità:Italy
    Contact Info
    Website:www.giobbe.info Facebook: Twitter Username: Google+:
  • Foto

  • Biografia

    Sono nato a Napoli e cresciuto a Capua, in provincia di Caserta, in una famiglia semplice, nella realtà felice di un grande parco di periferia. A casa si ascoltavano parecchio i Beatles e tanta musica internazionale con le belle melodie. Mio fratello studiava chitarra, io giocavo a calcio e basta! Poi andai ad una prova del suo gruppo, e vedendo quei ragazzi sudati e stanchi, stipati in una saletta con qualche amico ad assistere, che cercavano in tutti i modi di fare meglio, di suonare come si deve, mi sono detto: ”voglio far parte di tutto questo anche io”. Non sapevo suonare, strimpellavo solo la chitarra, ma mai in pubblico. Quindi l' unico modo per fare musica era CANTARE. Mi era sempre piaciuto, sin da bambino in macchina con babbo.Nel 2000 inizio a suonare con un gruppo. Ci chiamavamo “Sir Psycho Sexy” all’inizio. Poi siamo diventati gli “Sleeping Beauty”, ed abbiamo suonato per circa 8 anni, autoproducendo i nostri dischi, e gettando le basi per quella che è stata da sempre la mia “politica” nell’approccio alla musica: fare musica propria, autoprodurla facendo concerti in giro per alimentare un fondo cassa comune, in vista delle produzioni successive. E cercando di farlo con persone che la pensano allo stesso modo. Con Sleeping Beauty abbiamo fatto tanti concerti, tantissime prove in sala, tanta ricerca. Abbiamo anche partecipato a bei festival, aprendo concerti a gruppi molto più avanti di noi (MEGANOIDI - del periodo toollico - GIARDINI DI MIRO’, A TOYS ORCHESTRA e altri che sicuramente dimentico). Furono bei momenti in cui cresci, ti confronti e impari. Sciolti gli Sleeping Beauty, inizio con THE DISAPPEARING ONE, con cui dal 2008 abbiamo ripreso e registrato in studio delle canzoni che avevo realizzato da solo in cameretta, con la passione per le chitarre e l’home recording che nel frattempo avevano preso piede. Ho sempre scritto i miei testi in inglese. Sono laureato in lingue e letterature straniere, inglese e spagnolo, ho fatto l’erasmus a Liverpool, ma non perchè sia un maniaco dei Beatles. Era semplicemente la meta più economica. Come The Disappearing One abbiamo suonato tantissimo, autoproducendo tutti i nostri dischi e aprendo a gruppi come PERTURBAZIONE, THE NIRO (con cui poi abbiamo realizzato un duetto nel terzo disco), BENVEGNU’, MALFUNK, PLAN DE FUGA e altri.Intanto, parallelamente, ho preso parte ad altri progetti:OLD SUNS OF A BITCH (2010) con The Huge e Marco Normando. Musica palleggiata a distanza, via internet, e registrata in casa;SADNESS IS A FAR AWAY GUITARIST (2011) con tre dei disappearing, in un periodo in cui il nostro chitarrista era in America per ricerca;THIS IS NOT A BROTHEL (2014) gruppo combo con altri 4 musicisti casertani. Tra cui Dino CuccaroAd un certo punto, però, ho avuto voglia di fare un disco tutto mio, finalmente presentandomi con il mio vero nome. Cognome in verità, per quanto spesso mi chiedano se GIOBBE sia il nome o il cognome.Non saprei cosa altro aggiungere. Ascolto musica da sempre, tutti i giorni, e i miei riferimenti sono tanti, alcuni più forti altri meno, pur avendo sempre provato a fare musica a modo mio, facendo i conti con i miei limiti di musicista autodidatta. Glen Hansard e una certa scena Irlandese (Mic Christopher, Damien Rice e Emmett Tinley su tutti), caratterizzata dalla fortissima componente umana e dall’approccio genuino, vero, alla musica. Ma ascolto davvero di tutto, principalmente musica che mi sembri vera (so che sembra retorica, ma è così). Jeff Buckley, Band of Horses, Dallas Green, Primi Starsailor, Primi Coldplay, Mark Kozelek, Broken Social Scene, Kevin Drew, Sun Kil Moon ma anche TOOL, Pearl Jam, Soundgarden, Interpol, Elbow. Molta ma molta musica anni 90, di cui sposo pienamente l’approccio. Forse potrei dire qualcosa sul disco.Si chiama "About Places". Si tratta di canzoni ispirate da luoghi che ho abitato, vissuto, amato e odiato. Ovviamente in quei luoghi spesso non ero solo, e quindi parlerà anche di rapporti, persone, speranze e paure. Hanno suonato con me degli amici fraterni, con cui ho condiviso tanti “luoghi”, in primis quelli pieni di musica, come le sale prove, o i palchi, o i concerti che abbiamo visto insieme. Oltre a tanti altri. Dino Cuccaro (batteria), Marco Normando (basso), Gianluca Plomitallo (piani), Gianluca D'Alessio (violoncello), Ferdinando Ghidelli (pedal steel guitar) e Francesco Tedesco (chitarre elettriche), oltre che responsabile principale del "suono" di questo disco, in qualità di co-produttore con la sua etichetta indipendente "I Make Records" ed anche di fonico ed ingegnere del suono. E’ il mio disco solista d’esordio, e sono contento di non essere solo, sia come gruppo che come coproduttore ed etichetta, sentendo meno paura in questa mia prima volta. ENGLISH VERSIONI was born in Naples and raised in Capua, in the province of Caserta, in a simple family living in a large park in the suburbs. At home we used to listen to the Beatles and a lot of international music with beautiful melodies.My brother studied guitar while I only played football! Then I once attended his band rehearsals, and seeing those sweaty guys, crammed into a small room with a few friends watching and listening, trying in every way to make it better, to play it properly, I said to myself: "I want to be part of it too". BUT I did not play any instrument at the time, just strummed the guitar and never in public. So the only way to make music was SINGING.In 2000 I started to play with a band We were called "Sir Psycho Sexy" at the beginning. Then we became the "Sleeping Beauty", and we played for about 8 years, self producing our records, playing concerts around and gathering money in a common fund, in view of subsequent productions. And trying to do it with people who feel the same way.As Sleeping Beauty we had many concerts, lots of rehearsals, much research. We also played in a few beautiful festivals, opening concerts to notable bands (Meganoidi , Giardini di Mirò, A Toys Orchestra, and more). They were good times when we grew up and learnt a lot.When Sleeping Beauty split up in 2008, I started with The Disappearing ONE, which recorded in the studio some of the songs I had written alone in my bedroom, with the passion for guitars and home recording that in the meantime had taken hold.Also The Disappearing One played many gigs, selfproducing all our records and opening for bands like PERTURBAZIONE, THE NIRO (whith whomn we then made a duet in the third album), BENVEGNÙ, MALFUNK, PLAN DE FUGA and others.Meanwhile, I took part in other side projects:OLD SUNS OF A BITCH (2010) with The Huge and Marco Normando. Music dribbled remotely, via the Internet, and recorded at home;SADNESS IS A FAR AWAY GUITARIST (2011) with three mebers from The Disappearing One, in a time when our guitarist was in America for research;THIS IS NOT A BROTHEL (2014) combo with 4 other musicians from Caserta: Dino Cuccaro, Antonio Zannone, Giuseppe Diotiaiuti, Dario Emanuele (later substituted by Angelo Miccoli)At some point, however, I felt necessary to make a record of my own, finally introducing myself with my real name. Surname in truth.I do not know what else to add. Listening to music takes most of my time, every day, and my references are many, some stronger than others, despite having always tried to make music my own way, by coming to terms with my limitations of self-taught musician. Glen Hansard and a certain Irish scene (Mic Christopher, Damien Rice and Emmett Tinley more than others), characterized by a strong human component and the genuine and true approach to music. But I listen to pretty much everything: Jeff Buckley, Band of Horses, Dallas Green, First Starsailor, Coldplay First, Mark Kozelek, Broken Social Scene, Kevin Drew, Sun Kil Moon but also TOOL, Pearl Jam, Soundgarden, Interpol, Elbow, Wilco. A lot of music from the 90's.Maybe I could say somethingabout my debut solo album.It's called the "About Places". These are songs inspired by the places I've lived, loved and hated. Obviously I was often not alone there, and that's why I also tell of relationships, people, hopes and fears. Four close friends of mine played in this record. With them I shared many "places", primarily those with live music, as rehearsal rooms, or stages, or concerts that we have seen together. They are: Dino Cuccaro (drums), Marco Normando (bass), Gianluca Plomitallo (plans), Gianluca D'Alessio (cello), Ferdinand Ghidelli (pedal steel guitar) and Francesco Tedesco (electric guitars). Francesco was also the main responsible of the "sound" of this record, as co-producer and also a sound engineer with his independent label "I Make Records".This is my solo album debut, and I am glad not to be alone, both as a band and as a co-producer and label.

  • Ultimi Post

    • Galleries

      • Portraits

        3 Picture(s)

        Pics by Imma di lillo Artwork by Luca Giobbe

    • Video

    • Followers

      • Amici

        You have to be logged in to send messages