Tornano i MILF, dopo qualche anno dal precendente “Happy Milf”(2011), con “GOD SAVE THE TEEN”.

La schizofrenia compositiva caratterizza la stesura delle 11 tracce dell’album. Il trio pescarese, composto da Don Alejandro (Alessandro Di Fabrizio), Carlito (Carlo Neri)  e Artista Sadico, si ripropone irruento, imprevedibile, sempre spiazzante, innovativo. La miscela di punk, math, jazzcore, follia, continui rimandi e ovviamente pornogafia costituiscono il biglietto da visita di un album che ti colpisce e strattona per la sua intera durata.

Le vocine sadiche si fondono fra i suoni più disparati, gli scenari mutano in continuazione, sempre e all’improvviso, tra chitarre acustiche e muraglie distorte, tra voci quasi liriche aeroteanti fill di tamburi. “God Save the Teen” è un disco così, senza regole, senza preavviso, senza aver bisogno di aspettarsi nulla dietro l’angolo del prossimo brano; pertanto tutto è permesso.

Dopo diversi ascolti, grazie anche al continuum temporale tra i brani, ho la netta sensazione di trovarmi protagonista di un infernale videogame porno-splatter a 8 bit; i continui stop’n’go, il belare delle pecore, voci che bit-crushano, fischietti e cucù contribuiscono a rendere unica l’esperienza.

Se cercate una mezz’oretta di folle disordine date un orecchio; non si può restare indifferenti di fronte alla follia di “Barbie The Chubby”, alla quasi sobrietà di “Cum to Daddy”, alla schizofrenia di “Circus Cocks”, e ai lalalalalalala di “Street Fuckers”.

Insomma, “God Save The Teen” è un’ opera di spessore concreta, si può toccare, si può ascoltare e ti viene in faccia e nelle orecchie. Got it!

Label: Grammofono alla nitro.

Buy/Listen here: https://milfmilf.bandcamp.com/album/god-save-the-teen